ISOLAMENTO TERMICO E ACUSTICO DELLA TUA CASA? TE LO MISURIAMO GRATIS A DOMICILIO E SENZA IMPEGNO!

Isolamento-termico-acustico-padova

Pensi che sul fronte degli infissi avere alte prestazioni e risparmiare sia impossibile? Noi di Panorami ti dimostreremo che non è così. Siamo pronti a fornire senza impegno una consulenza gratuita a domicilio per mostrarti le soluzioni migliori sul fronte dell‘isolamento termico-acustico e del risparmio energetico, dimostrando che sostituire i serramenti aumenta il confort abitativo e riduce i costi.

Richiedi Informazioni

Compila questo modulo e ti risponderemo quanto prima possibile.
    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”

Partiamo con un esempio pratico: ti è mai capitato di avvicinarti alle finestre e sentire un brivido di freddo o un fastidioso spiffero? Questo ti dimostra come l’isolamento termico della propria abitazione sia molto importante sia per il benessere nelle stagioni molto fredde sia per il risparmio energetico e, di conseguenza, economico. La prima cosa da fare, quindi, è essere consapevoli e iniziare a informarsi.

La scelta degli infissi e dei vetri giusti per finestre e porte è la seconda operazione da compiere per evitare la dispersione del calore proveniente dai sistemi di riscaldamento interni, e quindi l’aumento delle spese.
Il PVC, ad esempio, è un cattivo conduttore e quindi un buon isolante termico grazie alle sue specifiche caratteristiche che ne migliorano il potere isolante. Il PV, inoltre, ha un ottimo rapporto qualità/prezzo e garantisce sicurezza, resistenza agli agenti atmosferici, assenza di manutenzione, isolamento termico ed acustico, resistenza nel lungo periodo e un design moderno. L’alternativa agli infissi in PVC sono le combinazioni tra i materiali legno alluminio e alluminio legno che tendono a migliorare ulteriormente l’isolamento termico.

Ma l’isolamento termico non è l’unico fattore determinante in termini di efficienza da una parte e risparmio economico dall’altra.
Passiamo ora al secondo esempio: vivi in centro città o la tua abitazione si affaccia su una strada con molto traffico? O semplicemente i tuoi cari vicini di casa guardano la televisione a tutto volume e non ti lasciano riposare come meriteresti dopo tutta una giornata di lavoro? In questo caso il problema è l’isolamento acustico espresso in decibel. Anche in questo caso essere consapevoli su come si possa intervenire resta il primo passo da fare. Finestre e vetri con alto valore di isolamento acustico possono rappresentare una soluzione di non poco conto. Con prodotti idonei al tuo problema la differenza è percepibile subito, basta un istante.

Infine dopo due esempi pratici ecco un consiglio. Hai optato per infissi nuovi che possano inserirsi alla perfezione tra le mura domestiche e che offrono ampie garanzie in termini di sicurezza e comfort? L’ultimo (ma non per importanza) aspetto di cui tenere conto è la posa in opera. Montare una finestra in modo scorretto permette la penetrazione di freddo, rumore e altri agenti atmosferici.
Siamo in grado di quantificare in modo preciso il risparmio conseguente alla installazione dei nuovi serramenti e, quando possibile, alla coibentazione del cassonetto superiore ed al taglio del marmo.

Si dimostra così che la nostra proposta assume una precisa convenienza economica, dimostrando che spendendo di più sul serramento si ottiene un maggior risparmio energetico e questa scelta è più favorevole per il bilancio famigliare.
Ora non resta che toccare la convenienza con mano. Siamo a tua disposizione per una consulenza a domicilio gratuita e senza impegno. Panorami, provare per credere.

Porte e finestre tagliafuoco e tagliafumo: secondo rinvio per la data di inizio della Marcatura CE

brandschutztuer-doors-d-o-o-porta-tagliafuoco

Continua la vita difficile della norma EN 16034. Secondo fonti bene informate di Bruxelles la Commissione europea si prepara a spostare nuovamente la data di inizio della marcatura CE per le chiusure a resistenza al fuoco e a tenuta di fumo secondo la norma armonizzata EN 16034 “Porte pedonali, porte industriali, commerciali, da garage e finestre apribili – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Caratteristiche di resistenza al fuoco e/o controllo del fumo”.

La data di inizio del periodo di coesistenza tra le vecchie norme nazionali e la norma europea inizierebbe il 1° novembre 2016 anziché il 1° settembre 2016. Questo significa che dal 1° novembre sarà possibile marcare CE le chiusure coperte dalla EN 16034. È un vero e proprio colpo di scena trattandosi del secondo rinvio per la data di inizio della marcatura CE. A novembre 2015 aveva deciso un primo rinvio di nove mesi dal 1° dicembre 2015 al 1° settembre di quest’anno.

La ragione del nuovo spostamento di data sta nella necessità di modificare opportunamente le altre norme correlate alla 16034 come, ad esempio, la EN 14351-1. Un Atto delegato della Commissione, che verrà pubblicato in autunno, illustrerà le relazioni tra EN 16034 e le altre norme e spiegherà come queste norme lavorino assieme.

La nuova data del periodo di coesistenza verrà pubblicata ufficialmente il 10 giugno, molto probabilmente sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea che pubblica i riferimenti delle norme armonizzate.

Il periodo di coesistenza tra vecchie norme nazionali e norma europea dovrebbe rimanere della durata di tre anni. La marcatura CE diventerà così obbligatoria il 1° novembre 2019.

Porte Inversa di Pivato: una nuova prospettiva per arredare lo spazio

j_52603_01

La collezione di porte Inversa è stata studiata da Pivato per chi richiede aperture di grande valenza estetica e capaci di ridurre gli ingombri complessivi.

La porta Inversa offre una soluzione a filomuro in vista esterno ambiente con apertura a spingere o a tirare. La piena complanarità tra anta e coprifilo porta a un’elegante continuità tra parete e porta, per una soluzione di grande pulizia visiva e rigore formale. Grazie alla sua particolare filosofia costruttiva, inoltre, riduce gli ingombri complessivi: il sistema di incastro tra coprifilo e stipite, a pettine, è un brevetto dell’azienda.

La porta che desideri
Le linee semplici ed essenziali rendono le porte Inversa il serramento ideale per chi vuole arredare uno spazio contemporaneo. Ricca e articolata la gamma di geometrie disponibili, legni e laccati a catalogo, così come i modelli a disposizione. Le porte Inversa vanno dalla classica forma rettangolare a quella a trapezio, da quella inclinata che si adegua al taglio diagonale della parete alla forma ad arco. Possono essere lisce o incise, con decorazioni a bassorilievo, pantografata cieca o a vetro e listellare 95 mm a vetro, in modo da offrire a ciascuno la sua porta perfetta.

Stipite su misura
Non solo. Per ottenere porte altamente personalizzate Pivato ha studiato il modo di offrire lo stipite su misura, ovvero dimensionato al millimetro alla profondità del muro, anche quando questo è fuori misura, ad esempio se si ha a che fare con muri portanti di notevole spessore. Lavoro profondamente artigianale, quindi, che riesce a garantire un risultato raffinato e altamente funzionale, ideale per ogni tipo di casa, anche in fase di ristrutturazione.

Caratteristiche tecniche

  • Incastro coprifilo/stipite a pettine. Brevetto Pivato.
  • Ingombro ridotto dell’anta.
  • Cerniere a scomparsa registrabili in grigio alluminio con la cover dello stesso colore dell’anta (di serie).
  • Anta con spessore da 56 mm.
  • Apertura a 90° a spingere o a 180° a tirare.
  • Per rispettare l’effetto di continuità in vista esterno ambiente, bisogna prevedere una posa del pavimento diversa rispetto a una porta tradizionale.
  • Geometrie disponibili: rettangolare, inclinata, a trapezio, ad arco.